Di più su di me...

Psicologa Torino Image 1
Studio_0665_Virgilio_Ardy_Ardyphoto_edit

Sono la Dott.ssa Michela Grimaudo 

Sono una P​sicologa libera professionista laureata all'Università degli Studi di Torino e una Psicoterapeuta in formazione ad orientamento psicoanalitico.

Sono iscritta all'Ordine degli Psicologi del Piemonte e collaboro da anni con l'ASL di Torino, prima con il Centro di Salute Mentale (CSM) ed ora con il Centro di Psicoterapia.

Come libera professionista ho svolto attività presso il Centro "Psicologia Torino" e "Psy-Coworking", ed attualmente svolgo attività privata presso il mio studio di Via Juvarra, 1 in collaborazione con la mia collega.

Come previsto dal mio iter formativo e professionale sto svolgendo un percorso di analisi personale e ho scelto di farlo con uno psicoanalista SPI del Centro Torinese di Psicoanalisi.

...e la Psicoanalisi

Psicologa Torino Image 2
Psicologa Torino Image 3

Una definizione di Psicoanalisi

Classicamente con il termine Psicoanalisi si intende la disciplina scientifica in origine fondata da Sigmund Freud dal 1885 al 1939 basata sull'inconscio, e poi evolutasi in molteplici scuole teoriche e tecniche.

La possiamo intendere come una teoria del funzionamento della mente e un metodo di cura e di ricerca che si avvale di strumenti come l'ascolto, le libere associazioni, le interpretazioni, i sogni e moltissimi strumenti di natura prettamente tecnica.

Psicologa Torino Image 4

Parole famose per spiegarla...

"Noi non trattiamo i pazienti curandoli per qualcosa che è stato loro fatto nel passato; piuttosto, cerchiamo di curarli per qualcosa che ancora fanno a se stessi e agli altri , per adattarsi a ciò che fu loro fatto nel passato."

-Bromberg 1996

...e le mie parole per declinarla.

Psicologa Torino Image 5

La mia idea di lavoro terapeutico è di co-creazione e co-narrazione nella relazione con l'altro.

Cercare di trasformare il non pensabile e il non esistente in pensabilità, in emozioni vive e vivibili, in sogno e in altri modi di essere al mondo.

Mi affascina il gioco di parole “rendere inconscio ciò che è troppo conscio” cioè trasformare la realtà in qualcosa che sia possibile sognare.

Come preferisci conoscerci?